Ricerca di Harvard: gli e-reader sono più sicuri per la vista rispetto agli smartphone e ai tablet

7 dicembre 2023

Un gruppo di scienziati di Harvard e altri principali istituti scientifici hanno presentato uno studio che dimostra la maggiore sicurezza per la vista dello schermo E Ink rispetto agli schermi LCD tradizionali dei tablet o degli smartphone.

Le scoperte fondamentali dello studio in tre considerazioni:

  • Gli e-reader con schermo E Ink e illuminazione frontale adattiva (tono caldo/freddo) sono 2-3 volte più sicuri per la vista rispetto ai dispositivi con schermo LCD e retroilluminazione;
  • L’esposizione alla luce blu può aumentare i livelli delle specie reattive dell’ossigeno (ROS) nel corpo umano;
  • La scelta di un tono caldo per l’illuminazione frontale può ridurre il livello di luce blu emessa dal dispositivo, ma le funzionalità dello schermo LCD sono molto meno efficaci.

E adesso, diamo un’occhiata all’articolo scientifico per garantire ancora una volta che gli e-reader dotati di schermo E Ink sono gli schermi più sicuri per la vista nel mondo!

Il riflesso è migliore dell’emissione

Come hanno osservato gli autori dell’articolo, nei dispositivi E Ink con antiriflesso, è possibile visualizzare le informazioni sullo schermo perché riflettono la luce, come la carta normale. La tecnologia E Ink utilizza il bianco e il nero o i pigmenti colorati per mostrare le informazioni. “A meno che l’illuminazione frontale non sia attivata, gli occhi non ricevono più luce di quella presente nell’ambiente circostante”. In altre parole, un PocketBook con l’illuminazione frontale disattivata non provoca più danni agli occhi di una pagina di carta normale.

Al contrario, gli schermi LCD con emissioni degli smartphone e dei tablet utilizzano sorgenti a LED per la retroilluminazione dello schermo. Funzionano tramite emettendo la luce attraverso diversi livelli, tra cui i cristalli liquidi, i filtri colore e i pannelli tattili. Generalmente la luce utilizzata negli schermi LCD proviene da LED bianchi che dispongono di un diodo blu al centro. La luce blu emessa da tali LED è intensa e può presentare un problema.

La luce blu e gli effetti nocivi sul nostro corpo

Come già scritto in precedenza, gli schermi E Ink non emettono una luce propria. Al contrario, si basano sulla luce ambientale che ci circonda. Naturalmente, questo si applica alla lettura con una buona luce e con l’illuminazione frontale disattivata.

Gli schermi LCD tradizionali emettono una luce propria, conosciuta come retroilluminazione. Questa illuminazione può essere piuttosto forte ed include la luce blu. La luce blu ha anche lati positivi, ma l’esposizione prolungata, soprattutto prima di andare a dormire, può danneggiare i cicli sonno-veglia e la salute degli occhi.

Sembra troppo pericolosa? Beh, pare che ci siano altri motivi per trattare la luce blu con la dovuta cautela.

Durante la ricerca, gli scienziati hanno studiato come l’esposizione alla luce blu può ridurre la vitalità cellulare e aumentare i livelli delle specie reattive all’ossigeno (ROS) nel corpo umano. Elevati livelli di ROS, a loro volta, possono causare problemi di salute, pertanto questo potenziale pericolo non deve essere ignorato.

E-reader o tablet - quale dei due emette meno luce blu?

Un gruppo di scienziati ha confrontato i dispositivi con l’illuminazione frontale attivata. Perché? Perché gli e-reader con uno schermo E Ink si basano sull’illuminazione circostante per la visibilità, proprio come i libri stampati tradizionali. Quindi non emettono luce blu fino a che l’illuminazione frontale dello schermo non è attivata. Ma nei casi in cui l’illuminazione è scarsa, l’e-reader, come un libro tradizionale, ha bisogno dell’aiuto dei dispositivi di illuminazione o dell’illuminazione frontale.

Per comprendere quale tipo di schermo emette meno luce blu ed è quindi più sicuro per la vista, gli scienziati hanno esaminato 4 dispositivi:

  • Tablet con schermo LCD e retroilluminazione calda/fredda;
  • E-reader con schermo E Ink bianco e nero e illuminazione frontale calda/fredda;
  • E-reader con schermo E Ink con illuminazione frontale calda/fredda;
  • E-reader con schermo E Ink a colori e illuminazione frontale fredda.

Dopo aver eseguito numerosi test, descritti nei dettagli qui, gli scienziati sono stati in grado di trarre alcune conclusioni importanti:

  • Le cellule accumulano le ROS due o tre volte più rapidamente se esposte a schermi LCD con retroilluminazione rispetto agli schermi E Ink con illuminazione frontale, se utilizzati nella stessa modalità di luce (giorno o notte);
  • I dispositivi che causano l’accumulo di ROS a un ritmo inferiore (cioè gli schermi E Ink con illuminazione frontale) possono essere utilizzati per periodi più lunghi prima di raggiungere gli stessi livelli di ROS.

Qual è il significato di questo studio per chi possiede un PocketBook?

Una ricerca eseguita da un team di scienziati rinomati conferma che gli e-reader E Ink sono quelli più sicuri per la vista. È opportuno anche sottolineare l’importanza della tecnologia SMARTlight che varia a seconda del comfort di lettura con l’illuminazione frontale.

Con PocketBook è possibile leggere in tutta sicurezza!

Indietro

Come molte aziende, PocketBook usa la tecnologia dei cookie per migliorare la tua esperienza di utente e per finalità analitiche e di marketing, quali la visualizzazione di offerte pertinenti e personalizzate al meglio in base ai tuoi interessi, durante la visita a questo sito web e ai siti terzi. PocketBook rispetta il tuo diritto alla riservatezza, pertanto ti preghiamo gentilmente di impiegare un momento per leggere la Gestione delle preferenze sui cookie. Tieni presente che i cookie strettamente necessari sono sempre attivi. Se l’uso di tutti i file dei cookie ti soddisfa, ti basta fare clic su Ok in questa finestra a comparsa. Per saperne di più sulla tecnologia dei cookie, sui suoi vantaggi e su come è utilizzata da PocketBook, leggi la nostra Informativa sui cookie.

Aa HD